Venerdì 14 dicembre 2018

Variazioni anagrafiche in tempo reale

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF

Dal 9 di maggio è cambiata la normativa anagrafica: il D.L. 5/2012 ha previsto che i cambi di residenza avvengano in tempo reale.
Ciò significa che le variazioni anagrafiche (cambio di indirizzo all'interno del comune, immigrazione dall'estero o da altro comune italiano o di iscrizione AIRE) sono registrate entro 2 giorni lavorativi dalla presentazione della dichiarazione e, pertanto, divengono efficaci non appena la registrazione è effettuata. Successivamente alla registrazione vengono effettuati i controlli sulla sussistenza dei presupposti di legge, ovvero del requisito della dimora abituale all'indirizzo dichiarato e, per i cittadini comunitari e stranieri, anche il possesso delle altre condizioni previste dalla legge: qualora nei 45 giorni successivi non sia comunicata la mancanza dei requisiti, la registrazione anagrafica si intende confermata.

Il ministero dell'Interno ha predisposto i nuovi modelli che dovranno essere utilizzati per l'invio delle dichiarazioni.

Un'altra novità importante introdotta dal D.L. 5/2012 riguarda le modalità con le quali le dichiarazioni anagrafiche possono essere presentate: i cittadini potranno sempre presentarsi allo sportello, ma potranno anche inviare il modulo debitamente compilato per raccomandata A/R, via fax o in modalità telematica.
Quest'ultima è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica, della carta nazionale dei servizi o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  4. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

I recapiti sono pubblicati nella tabella in calce.

PER LA RICEVIBILITA' DELLE DOMANDE E' ESSENZIALE CHE LE STESSE SIANO COMPILATE CORRETTAMENTE NELLE PARTI OBBLIGATORIE DEL MODELLO, RELATIVE ALLE GENERALITA', CHE SIANO ACCOMPAGNATE DALLA COPIA DEL DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO E, PER I CITTADINI STRANIERI, ANCHE DALLA COPIA DEL DOCUMENTO ATTESTANTE LA REGOLARITA' DEL SOGGIORNO.

Le dichiarazioni anagrafiche devono essere presentate da uno dei componenti maggiorenni della famiglia anagrafica entro 20 giorni dall'effettivo trasferimento della residenza nella nuova abitazione o nel comune, deve essere allegata la copia del documenti di identità di tutti coloro che trasferiscono la residenza ed essere sottoscritte da tutti i membri maggiorenni della famiglia.

Se la persona o la famiglia trasferisce la residenza in una abitazione dove si trova già un'altra persona o famiglia dovrà comunicare le generalità di almeno un componente nell'apposita area del modulo e indicare se sussistono o meno rapporti di parentela con la stessa: nel primo caso, quindi, si formerà un'unica famiglia anagrafica fra tutti coloro che abitano al'indirizzo.

Nel caso in cui l'abitazione presso la quale si trasferisce la residenza sia sprovvista della numerazione civica esterna (=ovvero quella relativa all'accesso sulla strada) dovrà essere riempito anche il modello di richiesta del numero civico: l'ufficio provvederà ad assegnare il numero e subito dopo a gestire la pratica di variazione di residenza.

Nel caso in cui si trasferisca la residenza in un alloggio assegnato dal Comune o dall'Istituto S.P.E.S. allegare copia del provvedimento di assegnazione.

IMPORTANTE! Secondo il Regolamento Anagrafico, se le persone che risiedono in una stessa abitazione sono sposate oppure se sono legate da vincoli di parentela, non possono creare famiglie separate (cioè stati di famiglia distinti), ma è obbligatorio formare un'unica famiglia anagrafica.
Se non ci sono tali relazioni di parentela si formano famiglie anagrafiche (e stati di famiglia) separate.
E' comunque possibile creare un'unica famiglia anagrafica fra persone che non sono sposate o che non sono parenti fra loro, ma fra le quali esistono vincoli affettivi (come, ad esempio, le cd. 'coppie di fatto') se si dichiara la sussistenza di tali vincoli. In questo caso la famiglia anagrafica potrà essere scissa solo al cessare della convivenza.

PER QUALSIASI INFORMAZIONE CONTATTARE L'UFFICIO ANAGRAFE.

 


 

MODULISTICA

Dichiarazione di residenza

Dichiarazione di trasferimento dall'estero

 


 

RECAPITI DELL'UFFICIO ANAGRAFE
Per l'invio delle dichiarazioni anagrafiche utilizzare i seguenti recapiti:

Invio tramite PEC amministrazione@pec.comune.serravalle-pistoiese.pt.it
Invio tramite FAX 0573/917244
Invio a mezzo Raccomandata A/R Ufficio Anagrafe - Via G. Garibaldi, 54 - 51030 Serravalle P.se (PT)

 

Ufficio di riferimento: