Mercoledì 13 dicembre 2017

Divieto di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
Venerdì 03 Novembre 2017

RIDUZIONE DEL RISCHIO DI SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE PER IL PARAMETRO POLVERI SOTTILI PM10 - PROVVEDIMENTI CONTINGIBILI ED URGENTI A SEGUITO DEL RAGGIUNGIMENTO DEL "VALORE 1" DELL'INDICE DI CRITICITA' PER LA QUALITA' DELL'ARIA (ICQA).
 
Visto l’art. 32 della Costituzione, che indica quale obiettivo primario del nostro ordinamento la tutela della salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività; i decreti legislativi ed i disegni di legge in merito alla qualità dell’aria, le norme in materia ambientale ed il conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59, ed in particolare l’art. 117 che prevede in capo ai Sindaci ed al Presidente della Giunta Regionale il potere di emanare ordinanze di carattere contingibile ed urgente in materia sanitaria; il Sindaco, con ordinanza n. 30 del 02/11/2017,
ORDINA
a partire dalla data odierna e fino al giorno 31/03/2018, il divieto di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali o altro, nelle aree del territorio comunale poste a quota inferiore a 200 mt s.l.m.;
INVITA
La cittadinanza, nel periodo più critico per l’inquinamento atmosferico da PM10, e dunque  dal giorno 01/11/2017 ed almeno fino al giorno 31/03/2018: - al non utilizzo di legna in caminetti aperti e/o stufe tradizionali a legna, a meno che questi non siano l'unica fonte di riscaldamento dell'abitazione  e con l’esclusione delle aree non metanizzate; - all’adozione di ulteriori comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni di materiale particolato , quali: • contenere i consumi energetici, evitando inutili sprechi, nella gestione degli impianti di riscaldamento (attraverso una corretta regolazione degli orari di accensione, il controllo della temperatura massima, la corretta gestione degli accessi ai locali pubblici e esercizi commerciali, ecc.); • utilizzare il più possibile i mezzi pubblici o mezzi di trasporto non inquinanti negli spostamenti; • utilizzare in modo condiviso i mezzi privati di spostamento, per diminuire il numero dei veicoli circolanti (carpooling); INFORMA
che il responsabile del procedimento ai sensi della Legge n. 241/90 è l’Ing. Gaetano Pollerone, funzionario responsabile dell'Area Tecnica del Comune di Serravalle Pistoiese .
RICHIAMA
l’obbligo di rispettare le disposizioni presenti nel Codice della Strada nonché nel regolamento Comunale di Igiene, relative alla necessità di spegnimento dei motori dei veicoli in sosta.
DISPONE
- la validità della presente ordinanza fino al 31/03/2018; - la diffusione del contenuto della presente Ordinanza mediante pubblicazione del presente provvedimento all’albo pretorio e pubblicazione sul sito internet istituzionale del Comune di Serravalle Pistoiese; - la trasmissione del presente provvedimento alla Regione Toscana - Assessore all'Ambiente, Difesa del Suolo e Protezione Civile e alla Direzione Ambiente e Energia, Settore Energia e Inquinamenti, alla Provincia di Pistoia, ad ARPAT, alla ASL Toscana Centro; - E’ fatto obbligo a chiunque spetti osservare e far osservare la presente ordinanza;
INCARICA
La Polizia Municipale e tutti gli altri Enti e Organi di controllo competenti per legge, della verifica dell'osservanza della presente ordinanza. AVVERTE
• che i trasgressori all’ordine impartito con il presente atto saranno sanzionati ai sensi dell’art 7 bis del D.lgs. n. 267/2000 e s.m.i.
• che l’amministrazione comunale si  riserva di implementare in seguito ulteriori provvedimenti, sulla base del numero e dell’entità dei superamenti che potranno verificarsi nel corso dell’anno.
• che ai sensi dell'art. 3 della Legge n. 241/90, contro il presente atto può essere presentato ricorso, alternativamente, al TAR competente ai sensi della Legge n. 1034/71 e successive modificazioni, od al Presidente della Repubblica ai sensi dell'Art. 98 del D.P.R. 24 novembre 1971, rispettivamente entro 60 gg. ed entro 120 gg. a decorrere dalla data di pubblicazione del presente atto.
 
IL SINDACO
Piero LUNARDI