Lunedì 11 dicembre 2017

Informativa I.M.U. - T.A.S.I. - Saldo anno 2016 - Calcolo on-line

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
Si ricorda che entro il prossimo 16 dicembre 2016 dovrà essere effettuato il pagamento della seconda rata IMU e TASI a saldo per l’anno 2016.

 

CALCOLO I.M.U. - T.A.S.I. ON-LINE
Per aiutare i contribuenti nel calcolo dell’Imposta da versare oltre che nella compilazione e stampa del modello F24, è disponibile un calcolatore IUC on-line:
http://www.riscotel.it/calcoloiuc2016/?comune=I660

 

Con la Legge di Stabilità 2016 (L. nr. 208 del 28.12.2015) sono state introdotte diverse modifiche alla normativa I.M.U.  T.A.S.I. per l'anno 2016.- Di seguito si elencano le principale novità:

 

Eliminazione della T.A.S.I. sull'abitazione principale

a decorrere dall'anno 2016 è stata abolita la TASI per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale e le relative pertinenze (fino ad un massimo di tre ma di categoria diversa) ad esclusione degli immobili di categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

E' stata abolita anche la TASI dovuta dagli occupanti/inquilini nella misura dell'20% solo se questi ultimi detengono l'unità immobiliare ad uso abitativo  e vi hanno trasferito la residenza. I proprietari di tali immobili versano la TASI nella misura dell'80% dell'importo.-

 

IMU e TASI su abitazioni concesse in comodato

a decorrere dall'anno 2016 è ridotta del 50% la base imponibile, delle abitazioni e relative pertinenze, concesse in comodato tra parenti in linea retta entro il primo grado (genitore/figlio o figlio/genitore) alle seguenti condizioni:

  • il contratto di comodato deve obbligatoriamente essere registrato;
  • l'unità immobiliare deve essere utilizzata dal comodatario (occupante/utilizzatore) come propria abitazione principale (residenza anagrafica e dimora abituale);
  • il comodante (proprietario, usufruttuario, ecc..) deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situata l'abitazione concessa in comodato; quindi sia il comodante che il comodatario devono essere residenti nel Comune di Serravalle Pistoiese;
  • il comodante (proprietario, usufruttuario, ecc..) non deve possedere altri immobili di tipo abitativo in Italia, ad eccezione di quello concesso in comodato e di quello adibito a propria abitazione principale;
  • sono escluse dal beneficio le abitazioni rientranti nelle categorie catastali di lusso A/1, A/8 e A/9.

Si precisa che il comune di Serravalle Pistoiese, per l'anno 2016 con delibera C.C. nr. 26 del 11.04.2016, ha fissato l'aliquota agevolata IMU del 5 per mille “ all'unità immobiliare concessa in comodato dal soggetto passivo a parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali  C/2, C/6 E C/7)e pertanto nel caso in cui non sussistano tutti i nuovi requisiti di legge, sopra elencati, i possessori di tali abitazioni, verseranno l'IMU con l'aliquota del 5 per mille, senza beneficiare della riduzione del 50%.

 

Immobili locati a canone concordato

a decorrere dall'anno 2016,per gli immobili locati a canone concordato, le aliqute IMU e TASI stabilite dal Comune, sono ridotte del 25%. Ai fini dell'applicazione della riduzione c'è l'obbligo di presentazione della dichiarazione IMU/TASI.

 

IMU terreni agricoli

a decorrere dall'anno 2016 sono totalmente esenti da IMU i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nella previdenza agricola. Poichè il Comune di Serravalle Pistoiese rientra tra i comuni Parzialmente Delimitato dall'anno 2016 tornano ad essere esenti (come lo erano fino all'anno 2013) terreni agricoli ricadenti in aree collinare.  

 

Esenzione IMU agli immobili di cooperative edilizie

a decorrere dall'anno 2016 sono escluse dall’IMU le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari anche se destinate a studenti universitari soci assegnatari, in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica.

 

TASI immobili merce

a decorrere dall'anno 2016, con il comma 14 lettera c della Legge di stabilità 2016,  viene imposta per legge la TASI con aliquota all’1 per mille sui fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.

 

Dal 1 dicembre 2016 l’Amministrazione Comunale mette a disposizione di tutti i contribuenti un servizio di consulenza, e laddove è necessario anche il calcolo e la stampa del modello F24 per il pagamento.  Coloro che intendo usufruire del suddetto servizio dovranno presentarsi all’ufficio tributi con i dati catastali degli immobili (visura catastale aggiornata, atto di compravendita, o altro documento dal quale risulti la rendita catastale del fabbricato),  conteggio e copia del versamento dell’anno precedente.

 

Il servizio reso dall’ufficio tributi verrà così effettuato:

alla sede del palazzo comunale di Serravalle Pistoiese,
dal 1 al 16 dicembre nei giorni di:

  • martedì, giovedì e venerdì mattina dalle ore 9,00 alle ore 13,00
  • martedì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17,00

alla sede distaccata del palazzo comunale di Casalguidi,
dal 1 al 15 dicembre nei giorni di:

  • lunedì e mercoledì mattina dalle ore 9,00 alle ore 13,00
  • giovedì pomeriggio dalle ore 14,30 alle 17,30

 

E' possibile procedere autonomamente alla determinazione di Imu e Tasi utilizzando il sistema di calcolo on-line messo a disposizione sul sito istituzionale del Comune di Serravalle Pistoiese www.comune.serravalle-pistoiese.pt.it

 

Per ogni ulteriore informazione potete contattare telefonicamente l’Ufficio Tributi ai numeri  0573 917243 – 0573 917219 – 0573 917211